Castelli Romani tra Pupazza di miele, biscotti e ciambelle

pupazza-miele-9164705

Nella zona di Frascati son famose, come simbolo gastronomico, alcune dolcezze tipiche dei Castelli Romani, in tante varianti ma tutte “originali”, come nel resto del Lazio. DI seguito qualche tipicità.

Il Pan Giallo

Caratteristico del periodo natalizio, il pan giallo è un dolce a base di farina, lievito, scorza di cedro o di arancia candita, pinoli, mandorle, cannella, noce moscata e chiodi di garofano in polvere, zibibbo o uva sultanina.

Il nome pan giallo deriva dal fatto che, anticamente, questo dolce era ricoperto esternamente con acqua di zafferano che conferiva il caratteristico colore giallo.

Il Pan Pepato

Simile negli ingredienti al pan giallo, il pan pepato se ne discosta per la forma tonda e schiacciata e la presenza di cioccolato, nocciole e pepe nell’impasto.

La Pupazza

La pupazza a tre seni di Frascati, detta “pupazza frascatana”, è un semplice biscotto a base di miele, farina e acqua.

Rappresenta una curiosa reminescenza iconografica della dea dell’abbondanza, con un qualcosa in più: il terzo seno, che non produce latte, bensì vino. Anticamente, infatti, si pensava che i bambini che nascevano a Frascati, zona di antica tradizione enologica, venissero allattati anche con il vino.

Normalmente sono biscotti lunghi 25 centimetri circa ma in occasione delle feste si producono anche pupazze più grandi.

I Biscotti della Sposa

A Marino sono tradizionali i biscotti della sposa: fatti in occasione delle nozze, un tempo venivano avvolti in fazzolettoni di lino ricamati a mano dalle madri delle spose.

Similar Posts